Logo Logo
Cookiebot

 

Il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e la Direttiva ePrivacy (ePR) influenzano il modo in cui i siti web possono usare i cookie e il monitoraggio online dei visitatori dall'UE.

 

Prova il nostro test di conformità gratuito per verificare se l'uso dei cookie e il monitoraggio online da parte di tuo sito è conforme al GDPR / ePR.

I metodi per tracciare gli utenti di Internet e le loro abitudini digitali sono sempre più sofisticati.

Il cookie, la tecnologia più conosciuta, ne rappresenta solo uno.

Lo scopo del monitoraggio degli utenti online è per organizzazioni, aziende, siti Web, ecc. di ottenere informazioni sui loro utenti, sul loro comportamento e sulle loro preferenze.

Questa conoscenza serve a ottimizzare l'esperienza dell'utente e facilitare l’uso del servizio. Serve anche a fini statistici, per la personalizzazione, per il commercio e la profilazione, e per il marketing mirato.

Che cos'è il monitoraggio dei visitatori di siti web?


Quando un utente naviga su Internet, tutto potrebbe essere registrato:

Il monitoraggio di un utente avviene quando le azioni di egli su un sito Web o nel tragitto tra siti viene monitorato o registrato. È molto comune, ma la trasparenza lascia margini di miglioramento:

e,

Questo è uno dei motivi principali per cui l'UE ha applicato una regolamentazione severa per proteggere la privacy dei suoi cittadini nel regno digitale: il GDPR (il regolamento generale sulla protezione dei dati), applicato il 25 maggio 2018.

Lo scopo è quello di ripristinare il controllo sui propri dati agli utenti, aumentando la trasparenza e le informazioni su come viene tracciato, da chi e per quale scopo, insieme alla possibilità di impedire che ciò accada.

Chi sta monitorando gli utenti di Internet e perché?

Non c'è una risposta semplice a questa domanda, perché il monitoraggio sono molte cose. Tra i motivi più comuni, ci sono:

1. Tracciamento degli utenti per statistica, funzionalità, prestazioni, ecc.

I siti web tracciano gli utenti direttamente e tramite strumenti integrati di terze parti come Google Analytics, principalmente per ottenere informazioni su come viene utilizzato il loro sito.

Ciò consente al proprietario del sito di ottimizzare la funzionalità del proprio sito, in modo da soddisfare le esigenze degli utenti il meglio possibile.

2. Tracciamento degli utenti per il commercio

I negozi online e i siti di e-commerce tracciano gli utenti al fine di massimizzare il loro giro d'affari.

In poche parole, più un sito web commerciale comprende delle azioni, gli interessi e le esigenze dei propri clienti, meglio è in grado di presentare i propri prodotti all'utente specifico, più venderà.

3. Tracciamento degli utenti per la profilazione e il marketing mirato

I siti Web consentono inoltre agli inserzionisti di terze parti di monitorare i propri utenti e visualizzare annunci pubblicitari per ottenere entrate dal loro sito web.

Particolarmente i giornali ed altri siti con contenuto editoriale hanno una vasta presenza di tracker di terze parti. Poiché molti di essi forniscono articoli gratuitamente e mancano un finanziamento esterno. Pertanto, devono monetizzare le pagine visualizzate con una quantità di significativamente maggiore di pubblicità rispetto ai siti web che promuovono prodotti commerciali o siti di proprietà pubblica.

Gli inserzionisti tracciano gli utenti in modo che possano indirizzare il loro marketing il più precisamente possibile e visualizzare i loro annunci ai più probabili potenziali consumatori.

La tecnologia che consente di inserire annunci sul sito Web di qualcun altro si chiama con una parola inglese “display advertising”. 

Reti pubblicitarie

In genere, gli inserzionisti fanno uso di reti pubblicitarie su larga scala per aiutarli a commercializzare i loro prodotti per il loro pubblico più pertinente su Internet. La più grande rete pubblicitaria online è Google Adsense.

Ricerca sul monitoraggio online degli utenti Web


Nel gennaio 2016, uno studio dell'Università di Princeton ha misurato e analizzato il monitoraggio online sui primi 1 milione dei siti Web più grandi su Internet.

È la ricerca la più approfondita ancora effettuata della tecnologia di tracciamento degli utenti di Internet.

La scoperta chiave dello studio è stata che i tracker di terze parti presenti su Internet assumono la forma di un classico grafico a coda lunga: Anche se i ricercatori hanno rilevato complessivamente oltre 81.000 tracker di terze parti presenti su almeno due siti Web (indicando quindi che si tratta di tracker di terze parti), solo una manciata di questi erano presenti sulla maggioranza dei 1 milioni di siti web analizzati.

I primi cinque strumenti di monitoraggio più comuni erano tutti di proprietà di Google.

Google Analytics, un servizio di registrazione dei visitatori di un sito web che si integra con i sistemi di targeting pubblicitario della stessa azienda, è stato trovato in quasi il 70% dei siti. DoubleClick, un sistema di pubblicazione di annunci dedicato di Google, è stato trovato su quasi il 50% dei siti.

Illustrazione dallo studio di Princeton sulla trasparenza del Web

In che modo i siti Web tracciano i visitatori? | Quali strumenti e tecnologie usano?


La tecnologia la più usata e conosciuta per tracciare gli utenti di Internet sono i cookie.

Altre tecnologie di tracciamento online note sono i pixel tag, gli ultrasound beacon e l'uso delle impronte digitali del browser, tra l’altro.

In che modo i siti web tracciano gli utenti con i “cookie Web”, “cookie HTTP” o “cookie Internet”?

Il cookie è una semplice stringa di testo che viene caricata sui browser degli utenti quando visitano un sito Web. Serve a fornire aI sito web una sorta di “memoria”, che gli permette di riconoscere e ricordare i suoi utenti.

Il cookie è stato inventato nel 1994 da Lou Montulli e John Giannandrea presso Netscape, originariamente per risolvere il problema di ritenere articoli in un carrello virtuale mentre l'utente navigava sul sito.

Sebbene il cookie ancora serve questo scopo, é diventato uno strumento imprescindibile di qualsiasi sito moderno che serve a moltissimi utilizzi e, rilevante sopratutto nel contesto presente, è uno strumento potente di monitoraggio online che può dare moltissime informazioni sul comportamento del singolo utente.

Il cookie è ampiamente utilizzato per la profilazione e il marketing mirato e la maggior parte dei siti Web imposta una grande quantità di cookie di prima e terza provenienza.

Tuttavia, i cookie hanno avuto un bel po 'di attenzione pubblica negativa, e molti utenti scelgono perciò di bloccare i cookie dai loro browser.

Leggi la nostra introduzione completa ai cookie su Internet.

Tracciamento degli utenti senza cookie


Cosa sono i pixel tag per il tracciamento?

I pixel di tracciamento, chiamati anche pixel tag o 1x1 pixel, sono immagini trasparenti costituite da un singolo pixel, che sono presenti (anche se praticamente invisibili) su una pagina web o in una email.

Quando un utente carica la pagina Web o apre l'email, viene caricato anche il pixel, consentendo al mittente del pixel, in genere un server di annunci, di leggere e registrare che la pagina web viene caricata o l'email aperta e attività simili.

Lo scopo è molto simile a quello dei cookie di terze parti: di ottenere informazioni sugli utenti per un marketing mirato.

Segnali di ultrasuono: cosa sono e come funzionano?

I segnali di ultrasuono, anche chiamati beacon ad ultrasuoni o beacon ultrasonici, a volte abbreviati uBeacons, sono suoni acuti che vengono emessi dal dispositivo in uso, ad es. quando visiti un sito Web su cui è installato il beacon.

Il suono non è udibile per esseri umani, ma il tuo cane può sentirlo, e, cosa più importante, tutti gli altri dispositivi in prossimità di quello che stavi usando ci reagiscono.

Il beacon ultrasonico serve a colmare il divario tra il mondo digitale e quello fisico.

Uno dei suoi principali vantaggi è infatti che consente al mittente di ottenere informazioni su quali dispositivi sono collegati tra di loro: il computer, cellulare, tablet, ecc. - In tal modo risolvendo il grattacapo dei marketer e altri tracker, che gli utenti possono muoversi da un dispositivo all’altro.

Sempre più applicazioni mobili tracciano silenziosamente gli utenti tramite beacons ad ultrasuono per altri scopi sofisticati:

Ad esempio, alcuni negozi di marchio hanno un beacon ad ultrasuono installato all'ingresso, che interagisce con il cellulare quando si entra, consentendo cosí agli operatori di tracciare e indirizzare il loro marketing mirato ai consumatori basato non solo sulle loro azioni online, ma anche nel mondo fisico.

Quindi, se per esempio andassi in un negozio di marca per, diciamo, scarpe da tennis, con un emettitore di uBeacon installato all’ingresso, questa particolare marca di sneakers ora sa che potresti essere interessato alle loro scarpe, anche se non sei mai andato sul loro sito web o se non hai mai cercato le scarpe online.

Cos'è il monitoraggio tramite le impronte digitali del browser?

Persino se un utente blocca i cookie e utilizza la VPN per sfocare l’indirizzo IP, esistono comunque ulteriori metodi per rintracciarlo.

Uno dei quali sono le cosidette impronte digitali del dispositivo. L’impronta digitale è l’unicità del tuo specifico computer, dispositivo o browser.

Ogni volta che un utente visita un sito, il computer o dispositivo in uso fornisce automaticamente al sito delle informazioni altamente specifiche sul proprio sistema e impostazioni. L'uso di queste informazioni per identificare e tracciare gli utenti è noto come “fingerprinting”, o cioè l'uso dell’impronta digitale del tuo dispositivo o del browser.

L’unicità può consistere dalla tua particolare configurazione, le tue impostazioni, o persino dalla polvere sulla lente del tuo obiettivo fotografico!

Altre tecnologie e metodi per tracciare utenti

Oltre ai cookie regolari, ai pixel tag, agli beacon ultrasonici e alle tecnologie di impronte digitali, esistono ancora altri metodi per rintracciare gli utenti, come i cookie zombie non cancellabili o i super cookie, i cookie dinamici, Silverlight Isolated Storage, IndexedDB, ecc.

Come il mondo sta cominciando a realizzare, nell’era digitale, i dati sono un valore estremamente potente che possono essere utilizzato per tutto, dal conquistare mercati, a influire le masse, fino a persino vincere elezioni.

I metodi per ottenere informazioni e tracciare gli utenti sono in continua evoluzione e i mezzi sono straordinariamente creativi.

Il GDPR e la direttiva ePrivacy sono due iniziative dell'UE per regolamentare il tracciamento degli utenti e proteggere la privacy personale. Probabilmente non sono di per sé sufficienti, ma sono passi importanti nella giusta direzione.

Come funziona Cookiebot?


Cookiebot rende l'uso dei cookie e di altre tecnologie di tracciamento da parte del tuo sito Web pienamente conforme, ripristinando la trasparenza e il consenso dell'utente al monitoraggio in uso sul tuo sito.

È una delle uniche soluzioni pienamente conformi col GDPR ed ePR sul mercato.

Cookiebot consiste di tre caratteristiche principali:

It is one of the only fully GDPR and ePR compliant solutions on the market.

Cookiebot consists of three main features:

Scansione del sito

La scansione di Cookiebot rileva e identifica tutti i tipi noti di tracciamento sul sito web.

Esegue la scansione di tutte le pagine del tuo sito web indirizzando 7-8 utenti simulati sul tuo sito con richieste ogni 1,5 secondi. Questo è abbastanza poco da non interferire con la performance del tuo sito, ma abbastanza da rilevare tutti i tipi di tracciamento in corso sul sito, compresi i cookie dinamici, i beacon ad ultrasuoni, i pixel tag e le impronte digitali.

Sistema di consenso ai cookie

Quando un utente visita il tuo sito, Cookiebot disattiva tutti gli script caricati tranne quelli strettamente necessari, fino a quando non è stato ottenuto il consenso corretto ai cookie, rispettando così il requisito di consenso preventivo.

Tutti i cookie e le altre tecnologie di tracciamento sono elencati e raggruppati in quattro categorie comprensibili, che l'utente può scegliere accettare o no.

I consensi ottenuti vengono archiviati in modo sicuro come documentazione che il consenso è stato dato, altro requisito del GDPR.

Trasparenza e pieno controllo

La scansione mensile genera un rapporto completo di tutto il tracciamento in azione sul sito, fornendo così informazione e controllo al proprietario del sito web sul proprio sito.

La dichiarazione dei cookie può essere pubblicata come parte della politica sui cookie o privacy policy del tuo sito, soddisfacendo così il requisito di informazioni specifiche e accurate ai propri utenti per quanto riguarda il tracciamento.

Gli utenti possono ritirare o modificare il loro consenso ai cookie del tuo sito in qualsiasi momento - altro requisito GDPR- direttamente al di dentro la dichiarazione dei cookie.

Risorse


MIT Technology Review: Largest Study of Online Tracking Proves Google Really Is Watching Us All

Princeton University Study: Online Tracking: A 1-million-site Measurement and Analysis

AudioContext Fingerprint test page

Wired: Google tracks everything you do. Here's how to delete it

Howstuffworks: How Internet Cookies Work

The Guardian: Behavioural tracking and neuroscience are tools for sustainable innovation

Electronic Frontier Foundation: New Cookie Technologies: Harder to See and Remove, Widely Used to Track You

Electronic Frontier Foundation: How Online Tracking Companies Know Most of What You Do Online (and What Social Networks Are Doing to Help Them)

Electronic Frontier Foundation: Browser Versions Carry 10.5 Bits of Identifying Information on Average

The Guardian: Tracking the trackers: What are cookies? An introduction to web tracking

Privacy Policies: Your ISP Is Tracking Every Website You Visit: Here’s What We Know

Verticalrail: What is an ad network

Earningguys: 15 top ad networks for publishers

Gizmodo: Facebook knows how to track you using the dust on your camera lens

VisualIQ: Cookies, Tags, Pixels and IDs: Tracking the Consumer Journey

Test if your browser is safe against tracking with the Electronic Frontier Foundation

Multiloginapp: About browser fingerprinting

The Hacker News: Hundreds of apps using ultrasonic signals to silently track smartphone users

Vice: Your phone is listening and it's not paranoia

Clickz.com: A beginner's guide to display advertising

Peerlyst: uXDT & Audio Beacons - Introduce your Paranoia to your Imagination

Technische Universität Braunschweig, Brunswick, Germany: Privacy Threats through Ultrasonic Side Channels on Mobile Devices

Rendi l'uso dei cookie e del tracciamento online sul tuo sito conforme al GDPR/ePR oggi stesso

Provalo gratuitamente