Logo Logo
Cookiebot

I cookie sono piccoli file di testo che vengono salvati automaticamente sul tuo browser da un sito internet durante la tua visita.

Questa è un’introduzione ai cookie su internet.

In questo articolo ti verrà fornita una descrizione esaustiva dei cookie, di cosa sono e cosa fanno.   

Cookie su internet - Le basi


I cookie sono piccoli file di testo che vengono inviati al browser durante la navigazione sul web e sono fonte di preoccupazione per molti utenti.

Altri ignorano la loro esistenza, se non fosse per il pop-up obbligatorio che compare su quasi tutti i siti e che invita ad accettare i cookie.

Cosa sono e perché sono presenti?

I cookies spiegati in 2,5 min. da The Guardian (inglese)

In origine i cookie sono stati sviluppati come servizio che potesse fornire una “memoria” ai siti internet, al fine di migliorare l’esperienza d’uso e di rendere l’interazione tra il sito e l’utente più integrata e intuitiva.

Nonostante questo sia vero ancora oggi, il grande potenziale di personalizzazione insito nei cookie è un’arma a doppio taglio.

Da un lato i cookie semplificano notevolmente la vita digitale.

Questo si traduce nella personalizzazione dell’esperienza di navigazione, ovvero nella possibilità di essere accolto dal sito in visite successive alla prima, come se fosse un cameriere amichevole che ricorda le preferenze da una visita all’altra.

Grazie ai cookie, il sito si presenta nella sua forma migliore agli specifici utenti, fornendo suggerimenti e ispirazioni in linea con gli interessi e le esigenze del visitatore.

Inoltre, i cookie permettono di risparmiare diverso tempo e sforzi, in quanto salvano i dati, evitando di dover reinserire tutti i dati ad ogni acquisto.

Tracciamento della vita digitale

Dall’altro lato i cookie raccolgono informazioni sulla persona e sulla sua attività digitale in un modo che può sembrare tutto fuorché chiaro e trasparente.

Tramite i cookie, un sito può monitorare le azioni esatte effettuate durante la navigazione, come ad esempio quali articoli si sceglie di ignorare, quali attirano l’attenzione e vengono letti e cosa viene cliccato e condiviso.

I dati sugli utenti stanno rapidamente divenendo un bene estremamente prezioso e i metodi di raccolta sono ogni giorno sempre più sofisticati.

Più le società conoscono gli utenti, più possono sottoporli ad interventi mirati e, in ultima analisi, vendere loro prodotti e massimizzare i profitti.

Correlando i dati dell’utente quali età, sesso e luogo con un’analisi dell’attività digitale, i motori di ricerca e i siti internet possono creare gruppi di utenti, segmentandoli con una crescente precisione.

Questa sottile segmentazione degli utenti influenza tutti gli aspetti della navigazione online, da quali campagne pubblicitarie vengono mostrate, fino ai risultati di ricerca visualizzati.

Essenzialmente questa rappresenta una questione democratica fondamentale rispetto alla conoscenza comune e al dialogo che vengono condivisi in una società.    

Guardate anche questo reportage fatto da The Economist sul tracciamento online. (Il clip dura 7,5 minuti ed è in lingua inglese). 

Definizione: cos’è un cookie e cosa fa?

Un cookie è una piccola componente testuale che viene automaticamente salvata sul computer da un sito internet durante la navigazione.

Il fine è consentire al sito internet di riconoscere l’utente e conservarne informazioni specifiche.

Tali informazioni possono includere login, preferenze linguistiche, e altre personalizzazioni, così che non sia necessario reimpostarle in occasione di ogni vista.

In molti casi i siti sono personalizzati dai cookie, il che li rende indispensabili per un funzionamento corretto del sito.

Ad esempio, i cookie di autenticazione consentono al sito di sapere se l’utente è autenticato al sito o meno, e con quale account ha effettuato l’accesso, al fine di definire quali parti del sito devono essere accessibili all’utente.

I cookie sono essenzialmente stringhe testuali che possono contenere qualsiasi cosa e avere diverse finalità.

Tipologie di cookie

È possibile distinguere i seguenti cookie:

Se da un lato le prime tre categorie sono necessarie o servono per ottimizzare l’esperienza dell’utente, lo scopo delle ultime è potenzialmente più controverso.

La grande maggioranza dei cookie installati sul tuo computer durante una sessione di navigazione appartengono a terze parti e servono ad identificarti come consumatore, per poi abilitare sofisticate operazioni di marketing mirate quando continuerai a navigare su internet.    

Quanto durano i cookie?

Ogni cookie ha un nome e una data di scadenza.

Quando un sito internet invia un cookie, chiede al browser di salvare tale cookie fino ad una certa data e ora, che viene registrata sul file di testo.  

Per legge i cookie devono essere eliminati almeno ogni 12 mesi, ma alcuni rimangono salvati per periodi di tempo decisamente più lunghi.

In Google Adwords, ad esempio, un cookie può durare fino a 540 giorni.

Dal punto di vista delle impostazioni, non vi sono limiti di durata dei cookie, e si sono registrati esempi di cookie impostati con una durata di oltre 7000 anni!

Quali tipi di cookie esistono?

In generale i cookie possono essere ricondotti alle seguenti categorie, in base alla durata e all’origine:

Risorse utili


Introduzione completa ai cookie
Un articolo del The Guardian su come funzionano DoubleClick e altri servizi di inserzioni digitali
Un articolo su Lifewire su come proteggere la privacy dell’utente su Google
Una panoramica dei tipi di cookie utilizzati da Google
Una descrizione generale dei cookie su Lifewire
Un’introduzione al web tracking del The Guardian
Un’introduzione divertente ai cookie di terze parti

Rendi i tuoi cookie e il tracciamento online conforme al GDPR oggi stesso

Registrati gratuitamente